Nailieland | La Sirenetta

domenica, febbraio 22, 2015

Ciao a tutte ragazze, mentre cerco di non farmi azzannare un dito da Ariel, visto che non le sto dando i suoi croccantini ripieni, e la cosa sembra scocciarla parecchio, vi propongo questo terzo appuntamento con Nailieland.
Sappiate che no, non ho avuto una crescita miracolosa dell'indice, l'ho semplicemente realizzato prima di tagliarla del tutto, nella speranza che, nel giro di due settimane, l'unghia riuscisse a ricrescere almeno un po', ma mi son già messa l'anima in pace per domenica prossima, e per quella dopo, e quella dopo ancora...

Il terzo cartone che ho scelto è La Sirenetta.


La Sirenetta (Den lille Havfrue) è una fiaba dello scrittore danese Hans Christian Andersen, pubblicata per la prima volta nel 1836. La fiaba è molto conosciuta e, soprattutto in Danimarca, è una delle opere di Andersen più amate; alla protagonista è dedicata una statua nel porto di Copenaghen.

La sirenetta (The Little Mermaid) è un film del 1989 diretto da John Musker e Ron Clements. È un film d'animazione prodotto dalla Walt Disney Feature Animation e basato sull'omonima fiaba di Hans Christian Andersen.
Distribuito dalla Walt Disney Pictures, il film venne distribuito nei cinema il 14 novembre 1989, ed è il 28º Classico Disney e il primo film del Rinascimento Disney.

Ariel, una principessa sirena sedicenne, non è soddisfatta della vita sotto il mare ed è curiosa del mondo umano. Con il suo migliore amico, il pesce Flounder, Ariel raccoglie artefatti umani e va verso la superficie del mare per visitare il gabbiano Scuttle, che le offre una conoscenza molto imprecisa della cultura umana. Lei ignora gli avvertimenti di suo padre, il Re Tritone, e il suo consigliere Sebastian sul fatto che il contatto tra mondo umano e mondo marino è proibito, desiderando di unirsi agli umani e diventare lei stessa una di loro.
Una notte Ariel, Flounder e un riluttante Sebastian viaggiano fino alla superficie dell'oceano per vedere una festa su una nave per il compleanno del Principe Eric, del quale Ariel si innamora. Nella tempesta che segue, la nave viene distrutta e Ariel salva l'inconscio Eric dall'annegamento. Ariel canta per lui, ma se ne va non appena riprende conoscenza per evitare di essere scoperta. Affascinato dal ricordo della sua voce, Eric giura di trovare colei che lo ha salvato e ha cantato per lui, e Ariel giura di trovare un modo per unirsi a lui e al suo mondo. Notando un cambiamento nel comportamento di Ariel, Tritone interroga Sebastian sul suo comportamento e viene a sapere del suo amore per Eric. In preda alla furia più grande, Tritone si confronta con Ariel nella sua grotta, dove lei e Flounder depositano gli artefatti umani, e distrugge la maggior parte degli oggetti con il suo tridente. Dopo che Tritone se n'è andato, una coppia di murene, Flotsam e Jetsam, convincono Ariel a visitare la strega del mare Ursula per poter restare con Eric.
Ursula fa un patto con Ariel per trasformarla in un essere umano per tre giorni in cambio della sua voce, che Ursula mette in una conchiglia. All'interno di questi tre giorni, Ariel deve ricevere il "bacio di vero amore" da Eric, altrimenti si trasformerà di nuovo in una sirena e apparterrà a Ursula. Ad Ariel vengono poi date delle gambe umane e viene portata in superficie da Flounder e Sebastian. Eric trova Ariel sulla spiaggia e la porta al suo castello, senza sapere che lei in precedenza gli aveva salvato la vita e pensando che sia una muta sopravvissuta a un naufragio. Ariel passa il tempo con Eric, e alla fine del secondo giorno riescono quasi a baciarsi, ma vengono ostacolati da Flotsam e Jetsam. Adirata per il rischio, Ursula si trasforma in una bella e giovane donna di nome Vanessa e appare sulla terraferma cantando con la voce di Ariel. Eric riconosce la canzone e, nella sua trasformazione, Ursula getta un incantesimo ipnotico su Eric per fargli dimenticare Ariel.
Il giorno dopo, Ariel scopre che Eric si sposerà con la trasformata Ursula. Scuttle scopre che Vanessa è in realtà Ursula sotto mentite spoglie, e informa Ariel che va subito alla barca delle nozze. Sebastian informa Tritone, e Scuttle disturba il matrimonio con l'aiuto di vari animali. Nel caos, la conchiglia intorno al collo di Ursula si rompe, ripristinando la voce di Ariel e rompendo l'incantesimo di Ursula su Eric. Rendendosi conto che Ariel gli aveva salvato la vita, Eric corre a baciarla, ma il sole tramonta e Ariel si trasforma di nuovo in una sirena. Ursula si detrasforma e rapisce Ariel. Tritone affronta Ursula e chiede la liberazione di Ariel, ma l'affare è inviolabile. Su suggerimento di Ursula, il re accetta di prendere il posto di Ariel come prigioniero di Ursula. Ariel viene liberata mentre Tritone si trasforma in un'alga animata e perde la sua autorità su Atlantica. Ursula si dichiara nuova sovrana, e ne segue una lotta in cui Ursula uccide accidentalmente Flotsam e Jetsam. Nella sua rabbia, Ursula usa il tridente per crescere in proporzioni mostruose.
Ariel ed Eric si riuniscono in superficie appena prima che Ursula cresca ancora e si innalzi su di loro. Ottiene quindi il pieno controllo di tutto l'oceano, creando una tempesta con un maelstrom e dei relitti, tra cui quello della nave di Eric. Proprio quando Ursula tenta di distruggere Ariel, intrappolata nel maelstrom, Eric trafigge Ursula con il bompresso scheggiato della nave, uccidendola. Il potere di Ursula si ferma, facendo tornare Tritone e tutte le altre alghe nel giardino di Ursula alle loro forme originali. Rendendosi conto che Ariel ama veramente Eric, Tritone la trasforma volentieri da una sirena in un essere umano. Ariel ed Eric si sposano su una nave e partono.
Finalmente è arrivato uno dei miei cartoni preferiti! Tutte da piccole volevano diventare delle principesse, io invece avevo la fissa di voler fare la sirenetta (anche se, tutt'oggi, non riesco ad andare sott'acqua senza tapparmi il naso... ma son dettagli!), ed è proprio per via di Ariel che fin da bambina mi ero messa in testa che anch'io volevo avere i capelli rossi.
Ero talmente affascinata dalle sirene da aver realizzato addirittura un quaderno in cui ne disegnavo almeno una al giorno; certo erano fatte in modo pessimo però io ero tanto felice.
Più che quella della Disney direi che preferisco la favola di Andersen, decisamente più tragica rispetto al per sempre felici e contenti di nonno Walt, dove lei finisce addirittura per suicidarsi per amore del suo principe, dissolvendosi in schiuma di mare. Fra l'altro mi pare di aver anche visto il cartone ispirato alla storia originale, e se non l'avete fatto dovete guardarla assolutamente, anche se non ricordo bene da chi è stata realizzata.
E arriviamo alla descrizione delle unghie!
Quello nel pollice dovrebbe essere un tentacolo della strega Ursula. Non mi andava di realizzarla in versione chibi, perché lei è una vera bitchy, quindi ho cercato su Google una versione alternativa ed ho trovato questa (ovviamente disegnata meglio dalla ragazza che l'ha realizzata). Ma sembra anche solo vagamente un tentacolo?
Nell'indice abbiamo i colori del pesciolino Flounder, migliore amico della protagonista. Dai, volete dirmi che sono stata la sola a chiamare il proprio pesce rosso in questo modo?? Ho evitato di cimentarmi nella realizzazione vera e propria di Flounder, quindi ho puntato sulla scelta più semplice, ma che facesse comunque capire subito che si tratta di lui.
Nel medio abbiamo Ariel con le sopracciglia storte e un occhio più grande dell'altro. Ho sprecato parecchio rosso e arancio nel tentativo di avvicinarmi al suo colore di capelli. Dopo aver scattato queste foto ho provato anche ad aggiungere una conchiglia sui suoi capelli, perché se avessi fatto la stella marina non si sarebbe vista, ma ovviamente è uscita fuori uno schifo, quindi ho evitato di scattare altre foto.
Nell'anulare ho provato a realizzare le squame della coda di Ariel, ma è uscito fuori una mezza schifezza pure in questo caso, storta a non finire. Mannaggia a me, ho un plate con un disegno che poteva andare bene e invece no, ho voluto fare tutto a meno libera, e sembra quasi che abbia il Parkinson. Comunque, come base ho utilizzato uno degli Essence Effect, anche se mi sarebbe piaciuto provare a farla con gli olografici.
Nel mignolo ho voluto creare uno pseudo scenario marino, con tanto di bolle e una stella marina, che, tutto sommato, mi piaciucchia.

Alla prossima :)





Ti potrebbe interessare

10 commenti

  1. Quella con la stella marina mi piace un casino *_*

    RispondiElimina
  2. Bellissima questa nail art!! La mia preferita è quella con la stella marina! *-*
    www.milleunrossetto.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. Una nail art stupenda, io adoro la sirenetta!
    L'effetto delle squame sull'anulare sono incredibili... complimenti!
    Mi sono aggiunta ai tuoi seguaci, non vedo l'ora di vedere altri post! Se ti va passa a dare un'occhiata al mio blog. ^___^

    www.ilcoloratomondoditerri.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta e grazie mille :) Passo molto volentieri

      Elimina
  4. ma che idea carina *_* sei bravissimaaaaa

    RispondiElimina
  5. Macché schifezza e schifezza: sono una più bella dell'altra!!! :D
    Io avrei aggiunto giusto un tridente in giro ma mi sembra comunque perfetta così ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cacchio, ma lo sai che non ci avevo proprio pensato al tridente? Lo avrei messo volentieri

      Elimina

Image and video hosting by TinyPic
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione degli autori e senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001.