Haul #25

sabato, novembre 23, 2013

Finalmente riesco a scrivere questo benedetto post! Ieri tra il fare le foto ai vari acquisti e alle unghie sembravo una povera pazza, correvo su e giù per il cortile nella speranza di acchiappare i pochi raggi del sole che il cielo mi ha concesso, prima di ricominciare con 'sta pioggia pallosa che non ne vuole sapere di smettere, e che mi costringe a controllare le previsioni meteo ogni volta che decido di mettere lo smalto.
Cooomunque vi devo mostrare un bel po' di robina, a partire da ciò che mi ha portato la mia amica da Londra. Sapendo che doveva andarci (invidia, invidia, invidia!) le ho dato quei pochi spiccioli che mi erano rimasti, raccomandandole che a casa non tornasse neppure un pound.
Averle sentito dire che da molte parti c'era il 75% di sconto mi ha fatto rosicare ancora di più, e ha fatto accrescere la voglia di andare nella città della cara Eli (perché noi due siamo amicissime, sappiatelo), quindi, costi quel che costi, e so che mi costi, l'anno prossimo ci andrò, dovessi imbarcarmi illegalmente sull'aereo.
Dal momento che qui da me è diventato costoso acquistare felpe perfino dai cinesi, le ho detto di prendermene almeno una, perché io sto girando con una misera felpa, che fra l'altro ha pure la zip rotta, dato che da un anno all'altro la roba che avevo comprato non mi sta più à_à qui le cose son due: o mi sono allungata, e ne dubito fortemente, o la roba rimpicciolisce da sola, come gli auricolari che si annodano magicamente anche se tu non li tocchi.
Beh questa felpa a Londra è venuta sulle 12 sterline, mentre qui mi sarebbero partiti non meno di 50 euro, rendiamoci conto della differenza abissale.
Io l'ho detto, se parto porterò solo valige vuote e farò mambassa! 

Le mie ciabatte pandose *^* ma non sono l'amore assoluto? Poi io che sono ossessionata dai panda (come se non si fosse notato) non potevo non amarle ♥ Sono comodose e morbidose, se potessi non le toglierei neppure per uscire. Insomma c'è chi va in giro con i leggings a fiori che manco il copridivano di mia nonna, perché io non posso uscire con le ciabatte pandose ai piedi?

Da buona fan di Harry Potter quale sono, ho detto alla mia migliore amica che se tornava a casa senza qualcosa di potteroso non doveva neppure mettere piede sull'aereo, e così mi ha portato la spilletta *^* Ora mi manca solo la mia tanto attesa lettera di Hogwarts e sono pronta!

Ora comincia la carrellata di smalti! (Poteva non dirle di prendermeli? Giammai!)
Butter London Knees up
Anche se per questi smalti bisogna ipotecare casa, dovevo averne almeno uno nella mia collezione, perché ogni volta che li vedo sui blog delle ragazze straniere sto lì a sbavare come un San Bernardo. Capirai poi è rosso, quindi doppio amore <3 Ovviamente è il primo che ho provato XD e ce l'ho su in questo momento, anche se probabilmente leggerete la review solo a metà dell'anno prossimo lol.

Bourjois  23 (Fuchsia hype)
Questa è una marca che non conoscevo, l'ho letta solo quando, con la mia amica, stavamo cercando su Google i posti in cui poter fare shopping a poco prezzo. È una marca londinese e dovrei cercare qualche review perché per ora non ne ho mai viste tra i blog che seguo.


MUA Shade 7

MUA Shade 1

MUA Shade 6
Il brand MUA ovviamente già lo conoscevo, e ogni tanto vado a guardare il sito, nella speranza che i prodotti si materializzino sulla mia scrivania. Questi non ci sono più, quindi in teoria dovrebbero essere stati ritirati dal mercato o non so; se tra di voi c'è qualcuna che ne sa più di me fatemi un fischio. Comunque un attimino in più di fantasia potevano averla eh, dategli un nome decente a 'sti smaltini.

Quicker slicker (Potion)
(Che mi sa di ennesimo dupe del Period di Chanel, ma lo saprò dire con certezza una volta provato)


Lasting fix nail (Silver Kiss)
Altra marca londinese mai sentita prima d'ora e di cui non ho visto alcuna review. C'è qualcuno che la conosce o l'ha già provata?

Orly It's up to blue
Il brand Orly l'ho conosciuto tramite la mia cognaton, perché aveva trovato uno smalto in regalo con un giornale. Pure questo grazie a Dio coi prezzi si diverte, non per dire ma uno smaltino di appena 5.3 ml viene 5 sterline, e credo fosse pure scontato, però è bello e si sa che le cose belle son sempre le più care, mannaggia a loro!

Questi qui sotto, invece, sono smalti che ho acquistato in questi ultimi due giorni.


Quick Dry 805 (Rosa Ciliegia)

Quick Dry 809 (Viola Dalia) 
Dal momento li hanno messi in offerta a 1 euro e 90 potevo non acquistarne almeno un paio? In teoria mia sorella mi avrebbe dovuto accompagnare da Kiko qualche giorno fa, invece mi ha bidonato .-. così ho approfittato della gentilezza della mia amica che si trovava a Sassari e me li son fatti prendere da lei. Come sempre io ho una gran fantasia nella scelta dei colori ahahah. 

Layla Gel effect 12 (Smooth purple)
 

Layla Gel effect 06 (Power red)
Questi due li ho acquistati insieme al giornale TuStyle, che nella mia città è arrivato con un giorno di ritardo .-. Contanto che in negozio costano sui 10 euro, mentre col giornale solo 1, ne ho approfittato all'istante. Ho preferito non prendere anche il rosa perché mi sembrava un po' smortino. 
Quindi vi consiglio di approfittarne perché su internet ho visto gente che ha comprato addirittura dieci riviste, stanno andando davvero a ruba.

Questo è tutto, ora vado a fare una bella doccia perché stasera comincio un corso d'inglese, e chissà che pure io non riesca a impararlo, dopo aver tentato, inutilmente, per tutti gli 8 anni di scuola. Alla prossima :)


Ti potrebbe interessare

6 commenti

  1. *________________________* la voglio anche io la spilletta di hp!!!

    RispondiElimina
  2. Beata la tua amica, non vedo l'ora di andarci anch'io a Londra!

    P.S. Potteriana a rapporto!!! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io spero davvero di poterci andare al massimo entro l'anno prossimo, e ovviamente passerò un'intera giornata dentro gli studios di Harry Potter *^*

      Elimina

Image and video hosting by TinyPic
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione degli autori e senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001.