Room Tour

domenica, luglio 17, 2016


Ciao a tutte ragazze, oggi ho deciso di fare un post diverso dal solito, che non tratta l'argomento smalti e nail art, diciamo che è una sorta di room tour, anche se di solito lo si fa su YouTube. Nei vecchi post avevo scritto che stavamo facendo dei lavori in casa, infatti i miei si sono spostati in quella che era la stanza di mia nonna ed io nella loro.
Perché ho voluto scrivere questo post? Perché per me avere una camera tutta per me è stata una vera e propria conquista. Ho una sorella più grande di cinque anni e, come spesso accade, abbiamo dovuto dividere la stanza fino a quando lei non è andata a convivere con suo marito, quindi vi sto parlando di una ventina d'anni. Essendo lei la maggiore aveva il monopolio sulla camera, quindi io mi sono ritrovata ad avere un angolino e le uniche ante del mio armadio da poter decorare, in tutto il resto dello spazio c'era la sua roba. Per anni abbiamo dovuto fare a turno per il pc, la radio, la televisione e se c'erano i suoi amici o il suo ragazzo io non potevo entrare; un vero incubo! Quando ci ha comunicato che si sarebbe trasferita ho quasi pianto dalla gioia, finalmente avrei potuto muovermi in piena libertà, senza più dover condividere il mio spazio vitale con lei, anche perché quella stanza era minuscola e per poterci dormire in due i miei avevano dovuto comprare una di quelle camere con il letto di sotto a scomparsa, quindi una rottura unica doverlo togliere e rimettere ogni giorno. Non so davvero come abbiamo fatto a viverci insieme per così tanto tempo.
Anche se potevo dire di avere una camera tutta per me, in verità non la sentivo affatto mia; ho cercato di abbellirla e tutto il resto ma c'era sempre qualcosa che non andava, ad esempio anche se mettevo in ordine sembrava sempre un caos totale perché c'era troppa roba in uno spazio piccolissimo.
Quando i miei hanno deciso di fare i lavori non stavo più nella pelle perché significava poter ripartire da zero, sarei stata io e solo io a scegliere ogni cosa, a decidere anche il più piccolo dettaglio, e questo mi elettrizzava.
Quando è stato il momento di fare le tracce, mio padre si è lamentato perché a suo dire sembrava più una centrale elettrica che una stanza, ma mica è colpa mia se ho il computer fisso e mi servivano un sacco di prese, e poi neppure avesse dovute farle lui a mano! 
Sia io che i miei abbiamo deciso di fare tre pareti bianche ed una colorata, e lì sono cominciate le paturnie. All'inizio avevo pensato ad un color anguria, però mi sembrava poco adatto e anche un po' troppo infantile, così mi sono detta che era meglio puntare ad un colore più scuro, che avrebbe fatto risaltare i mobili. Pensa e ripensa sono finita sul viola, e non è proprio da me perché è un colore per cui non vado matta, ma fra tutti mi pareva il più adatto; certo c'è da dire che avrò cambiato qualcosa come cinque gradazioni, e quando siamo andati a far preparare la pittura ho temuto che me l'avessero perfino sbagliata, perché era molto diversa da come appariva nel campionario, ma per fortuna è risultata più bella. Ci ho fatto aggiungere dei brillantini argentati per farla risultare meno piatta.
Passiamo ai mobili. Io ero partita con l'idea di una stanza in stile shabby chic, quindi letto in ferro battuto, mobili bianchi e via dicendo, peccato che la mia fantasia abbia corso troppo e non avevo tenuto conto del fatto che qui da me non ci sono negozi come l'Ikea. Con i miei siamo andati da Conforama per dare un'occhiata, ed una volta arrivata lì sono corsa verso le strutture in ferro per il letto, ma ce n'era solo una bianca e parecchio bruttarella, che veniva qualcosa come 300 euro quindi ho scartato quel tipo ed ho continuato il mio giro; sono passata nella zona delle camerette e c'era quella che ho preso, ma a prima vista non mi aveva convinto, così mi sono spostata verso la zona delle camere da letto e lì ce n'era una in stile shabby, sul grigio, che sarebbe stata bene con la parete viola, ma sono sorti diversi problemi: il letto troppo grande, idem l'armadio, essendo una camera matrimoniale non c'era la scrivania, la libreria, ecc... e sarebbe stato impossibile trovare dei mobili che si potessero adattare, anche perché la scelta era veramente ridotta all'osso, quindi mi sono "accontentata" della cameretta ma ad oggi, vedendola arredata, è stata la scelta migliore. Alla fine mio padre mi ha perfino detto che era geloso perché la mia era la stanza più bella ahahah.
Ve la mostro:
  


Sul letto sono stata tassativa: doveva essere a una piazza e mezza; ero stanca di cascare dal mio ogni due per tre, e poi volevo spazio per poter stendere le gambe. Ho cercato il materasso più duro del negozio perché il mio aveva gli anni del cucco, ed era talmente infossato che ogni mattina mi svegliavo con il mal di schiena. Quello che ho sbagliato è stato il cuscino, che è risultato sì alto ma troppo morbido, mentre io lo volevo duro, e la prima notte la mia testa ci è sprofondata dentro. Ne ho messo due per puro scopo decorativo, perché con uno solo non mi piaceva dal punto di vista estetico; ho poi aggiungo due cuscini decorativi, sempre sulle tonalità del viola e dell'argento, che ho trovato dal cinese, ma cuscini e federe erano separati e in tutto credo di aver speso sui 6 euro. Ad essere sincera ne volevo mettere anche altri due più piccoli, ma quelli penso arriveranno più tardi, nel frattempo ho messo il panda che mi ha regalato la mia migliore amica per il compleanno, che io ho chiamato Bubi.
Le lenzuola le ho prese sulla tonalità del rosa/fucsia/viola (ne ho anche un'altra sul giallo, opera di mia madre, ma per ora preferisco usare solo queste, dal momento che non sto tenendo il coprilenzuolo e sono a vista, tanto le lavo ogni fine settimana e con questo caldo mi asciugano in mezz'ora). Il copriletto ha una parte viola e una lilla, mentre quello che tengo di riserva è fucsia e rosa.
Da quando ho questo letto ho capito una cosa: non lo so rifare ahahah Ogni mattina è un patema d'animo, senza contare Ariel che mi salta tra le lenzuola e ritarda ancora di più l'operazione; va a finire che ci metto sempre dai 10 minuti al quarto d'ora per sistemarlo.
Con mia madre era sorta una discussione sul posizionamento, perché io avevo già deciso di metterlo come lo vedete in foto, mentre lei sosteneva che sarebbe stato meglio in verticale, ma in questo modo avrei perso un sacco di spazio. Alla fine ho vinto io, anche perché è la mia stanza e non ho dato retta neppure ad uno dei suggerimenti che mi hanno dato.




Al posto dell'abat-jour ho preferito optare per un'applique, in questo modo ho il fascio della luce direttamente sopra di me, e quando devo leggere è davvero utile. L'abbiamo presa da Bricoman e mi pare costasse intorno ai 20 euro, o forse meno; le palle si possono girare a 180 gradi e mi piace molto che ci siano tutte le parti in finto vetro perché crea una bella trama una volta che è accesa, quel che invece mi ha fatto storcere il naso è il fatto che siano a luce calda, ma sarebbe stato troppo complicato smontarle per poter sostituire le lampadine. 
Come decorazione ho aggiunto un acchiappasogni bianco, che ho acquistato su Aliexpress. Ho usato un filo viola per attaccarlo perché non volevo fare un buco alla parete, nel caso poi non mi fosse piaciuto in quel punto. Durante i primi giorni ho dovuto sgridare Ariel un mucchio di volte perché continuava a leccare le piume, ma per fortuna poi ha smesso.






Ho voluto un unico comodino, anche perché il secondo sarebbe stato del tutto superfluo. Sopra ci ho messo una piantina finta di quella che credo essere lavanda, l'ho presa dal cinese e penso di averla pagata 1 euro e 50, poi abbiamo la foto di Sunny, che sono andata a stampare dal fotografo, mentre il portafoto l'ho acquistato anche questo dal cinese e l'ho pagato 2 euro; ne cercavo uno rigorosamente bianco e tra quelli che c'erano mi sembrava il più in linea con lo stile della stanza. Ci tengo anche la crema per le mani e il burro cuticole, in questo modo mi ricordo di metterle. La cosa di cui mi sono pentita è di non aver fatto mettere un attacco per la presa tedesca, dal momento che il mio ferro da stiro ce l'ha così e ogni volta devo girare la casa per trovare una spina. Nei due cassetti tengo l'essenziale, come il carica batterie del cellulare e dell'iPad, le cuffie, i miei inseparabili antidolorifici, i fazzoletti di carta, e poi la borsa dell'acqua calda e il libretto veterinario di Ariel.
Sopra il comodino ho messo queste mensole quadrate di tre diverse grandezze, che ho pagato sui 22 euro; da quando le ho viste me ne sono innamorata e dovevo per forza averle. Per ora, come decorazioni ci ho messo quel vasetto in vetro con il tappo viola, che ho trovato da Maury's e all'interno ci sono dei macaron in plastica, presi su Aliexpress; li avevo visti sul profilo Instagram di una ragazza e sono andata subito a cercarli perché li trovo carinissimi. L'acquisto dell'ultimo minuto sono state le tre candele di Yankee Candle sulle tonalità del viola, che mi ha portato ieri mia sorella, e a dirla tutta non mi andata di rifare le foto, quindi ne ho fatto una unica dopo averle sistemare. Nel quadrate più grande non so ancora cosa mettere, quindi dovrò fare un giretto in qualche negozio.
Lo specchio me l'ha regalato mia sorella per il compleanno, e all'inizio io ero partita con l'idea di prenderne uno senza cornice che arrivasse fino al soffitto, ma questo ci sta meglio.


Alla porta ho attaccato questo appendino in modo da non tenere sempre la borsa sulla sedia. L'ho preso dal cinese e mi è costato 5 euro e 90; ho dovuto fare alcune modifiche dell'ultimo minuto, ad esempio l'ho dovuto ripitturare di bianco perché in alcuni punti era saltata la pittura, poi ho tolto i due cuori di pietra che c'erano all'interno perché lo facevano risultare troppo pesante, e non volevo che magari venisse giù nel cuore della notte, con conseguente infarto della sottoscritta. 





La scrivania è il mio regno perché è il punto in cui passo la maggior parte del tempo. Ho fatto mettere una mensola dove ho sistemato lo schermo del pc, in modo da dover stare per forza con la schiena dritta altrimenti non riesco a vederlo bene; oltre allo schermo ci ho aggiunto le due casse, perché sono stata così furba da comprare uno schermo che non le aveva incorporate, e il cancellino della lavagna. Come si può ben notare il mio computer non ha un solo mezzo uguale all'altro ahahah così ha più stile ed è originale.
In alto ho affisso una lavagnetta, dove segnare i post del blog, in modo da ricordarmene, e poi ci metto altre cose, come ad esempio i post-it dove segno gli appuntamenti, alcune password ecc... All'inizio ero partita con l'idea di mettere a parte quella per il blog ma poi risultava troppo pieno quindi ho preferito rinunciare.
Come decorazione ho scelto di mettere il porta candela dell'Ikea, dentro il quale ho sistemato la seconda piantina di lavanda e delle pietruzze viola che avevo trovato dal cinese nel reparto degli acquari; ho modificato quello che era un porta post-it e l'ho fatto diventare un contenitore dove tenere la mia pillola, in questo modo so sempre dove si trova. Prima era trasparente e sopra ci era stato stampato il nome di un medicinale, io l'ho ridipinto utilizzando la stessa pittura usata per la parete e una spugnetta per dargli un aspetto ruvido, ci ho poi aggiunto i brillantini e quei fiori viola che facevano parte di una bomboniera.
La lampada me l'ha regalata mia sorella, sempre per il compleanno, mentre il portapenne è un vasetto preso dal cinese e pagato credo 59 centesimi; ho deciso di acquistarlo perché mi ricordava quello dell'Ikea.
Per la sedia ho dovuto puntare ad una di plastica, presa da Risparmio Casa a 18 euro, e sopra ci ho messo un cuscino per sedia preso dal cinese; l'ho dovuto fare perché la mia vecchia sedia girevole era diventata il luogo preferito di Ariel per farsi le unghie, quindi se ne avessi presa una imbottita avrebbe di sicuro fatto la stessa fine.
Uno dei due signori che è venuto a montarci i mobili si è lamentato perché c'erano troppi cassetti ahahah Nel primo tengo la cancelleria, in modo da non averla tutta sparsa sulla scrivania, nel secondo c'è il quaderno dove preparo i post per il blog, nel terzo ho sistemato le buste per il mio cestino della spazzatura, lo spray per l'ambiente, i panni per pulire e ogni tanto ci metto le buste delle caramelle perché il mio braccio arriva a quell'altezza e mi è più facile prenderle ahahah nell'ultimo ho dei raccoglitori con fogli a righe e a quadretti.





Il pezzo che amo di più è la postazione trucco, che ho comprato su Amazon a 112 euro, contro i 170 che mi sono stati chiesti dal cinese, e non c'era neppure la sedia. È arrivata con un giorno di anticipo e l'abbiamo montata in una decina di minuti; ho fatto aggiungere quattro faretti laterali, anche se devo trovare due lampadine a luce fredda, e poi, oltre al caldo micidiale, la luce è fortissima e ogni volta che mi avvicino troppo allo specchio rischio di perdere la vista.
Alla sedia ho aggiunto il secondo cuscino per sedia in modo da preservarlo dalle unghie di Ariel.
Per i dischetti di cotone ho usato il vasetto che ho comprato da Tiger a 2 euro, mentre per i pennelli un altro di quei vasetti presi dal cinese. Sotto lo specchio tengo i prodotti che utilizzo maggiormente, come il tonico, lo struccante, il deodorante ecc, e lateralmente ho messo i profumi che sto usando al momento: Playboy rosa e Shaka Wild.
Dentro al cassetto ho sistemato i trucchi, e per evitare che stiano a diretto contatto con il fondo ho acquistato un portatrucchi da Risparmio Casa, che ho pagato 5 euro e 90, ed ha diversi scompartimenti; nei cassettini tengo da una parte elastici e mollette, e dall'altra le salviette struccanti.








La libreria ha la particolarità di avere le ante scorrevoli, anche se mi tocca pulirle ogni giorno perché si vedono i segni lasciati dalle mie dita.
Nelle parti a vista ho sistemato i libri che mi piacciono di più, in alto non potevano che esserci quelli di Harry Potter, compresi i dvd, e come decorazione ho messo la spilla di Hogwarts che mi ha portato la mia migliore amica da Londra, il carrellino preso da Tiger, il panda che mi è stato regalato dalla cognata e due boccette vuote di profumo, che a me piace collezionare. Nel secondo c'è una foto mia e della cognata, il panda che ho acquistato dal WWF e altri profumi, mentre in basso ho messo la tazza vinta con il calendario dell'Avvento di Essence e il Diddle che mia madre e mia sorella mi avevano regalato quando sono stata operata al naso.
Nelle parti nascoste ho sistemato i miei cd musicali, i manga di Kodomo no Omocha, tutte le cover del mio telefono e un portagioie che mi è stato fatto da una mia amica. In quello centrale ho sistemato la seconda zona trucco; all'Eurospin ho trovato questi contenitori viola a 99 centesimi e dentro ci ho diviso le varie creme e i prodotti, nel vasetto bianco ho messo i rossetti, i lucidalabbra e i rasoi, in modo che mia madre non usi i miei, poi ci sono le due spazzole e la crema viso che mi ha regalato la cognata per il compleanno. Nell'ultimo tengo il mio specchio, la scorta di dischetti di conote ed i pennelli che uso di meno.


Mia madre voleva a tutti i costi che mettessi il bastone per le tende, ma io mi sono rifiutata perché le tende lunghe avrebbero tolto luce alla stanza, così siamo arrivate al compromesso di mettere solo quelle alle finestre. All'inzio ne avevo due bianche in stile nonna Belarda, ma per fortuna ho trovato queste tende carinissime con i fiorellini viola dal cinese, fatte apposta per la mia stanza, e per completare abbiamo preso anche le calamite in tinta.







L'armadio, nonostante le dimensioni ristrette, è spaziosissimo. Tutta la parte sinistra è piena dei miei vestiti, che ho suddiviso per utilità: in alto i pantaloni per stare in casa, poi i jeans, le maglie e le canottiere per uscire, sotto quelle per stare in casa, e dentro quel contenitore verde ho messo le scarpe.
Ho sistemato il resto dei miei libri nei due ripiani, e come decorazioni ho messo in alto due pupazzi e le tre Yankee Candle che mi sono state regalate dalla cognata, e in basso Diddlina, vecchio regalo di compleanno della mia migliore amica, e le mie due tazze. 
Nell'anta in alto ho messo le felpe invernali e il cambio di lenzuola, in quella di sotto tengo i prodotti che acquisto durante il mese, così da trovarli subito quando devo scattare le foto per il post haul, e la mia scorta di schifezze.
Nella parte destra c'è il resto del cambio invernale e i vari giubbotti e felpe che sto usando in questo periodo.





Sul comò ho sistemato le due candele bianche che ho comprato da Tiger, una gabbietta e una pianta dai fiori viola che ho acquistato dal cinese. Nei primi due cassetti ho suddiviso la biancheria, e per tenere tutto in ordine ho comprato i separatori in stoffa, anche quelli rigorosamente viola. Negli altri due cassetti abbiamo il reparto "quel periodo del mese", mentre in quello accanto ho messo il phon e le piastre. In basso tengo la macchina fotografica e ci sistemo i cuscini quando devo andare a letto.
Sopra ho fatto aggiungere due piccole mensole, sulle quali ho messo la mia foto insieme ad Ariel, i due profumi di Hypnotic, che io amo alla follia, in quella più in alto altri profumi e l'iniziale del mio nome, coprata su Aliexpress, anche se pensavo che fosse molto più grande.

Questo è tutto, spero che il post vi sia piaciuto, e magari che vi abbia dato qualche spunto per decorare la vostra stanza. Alla prossima :)

  

Ti potrebbe interessare

6 commenti

  1. This is a room I'd gladly stay in, light, comfortable and cute.

    RispondiElimina
  2. Wow, ottimo lavoro direi... energie ben spese visto il risultato! La foto del gatto incorniciata è un tocco di classe :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa che più mi piace è che ogni singolo dettaglio l'ho scelto io, la sento proprio mia

      Elimina

Image and video hosting by TinyPic
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione degli autori e senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001.