Nailieland | Nightmare Before Christmas

domenica, marzo 15, 2015

Buona domenica a tutte ragazze! La sottoscritta è ancora mezza addormentata causa sveglia anticipata da parte di Ariel; devo insegnarle che la domenica mattina non ci si sveglia prima delle otto, oppure devo trovare il modo di farle capire come si aprono le bustine così da potersi sfamare da sola.

Per la Nailieland di quest'oggi mi sono ispirata a Nightmare Before Christmas


Nightmare Before Christmas (Tim Burton's The Nightmare Before Christmas) è un film d'animazione del 1993 diretto da Henry Selick e ideato e prodotto da Tim Burton.
Il film è realizzato in stop-motion, cioè usando dei pupazzi mossi a mano dagli animatori di fotogramma in fotogramma, tecnica che è stata una passione di Burton sin dagli inizi della sua carriera

Il film inizia con una panoramica attorno agli Alberi delle Feste più Liete: un circolo di alberi con la peculiarità di avere ognuno di loro una porta che permette, varcato il suo uscio, di accedere ad un mondo parallelo dedicato completamente alla festa indicata dalla forma della porta. Questa scena è commentata in maniera poetica da una voce fuori campo (che nella versione italiana è quella di Renato Zero) che annuncia che la storia che verrà raccontata si svolgerà nel Mondo delle feste più liete.
La panoramica attorno al circolo degli Alberi delle Feste si ferma mostrando in primo piano la Porta di uno di questi alberi: la porta in questione ha la forma di una Zucca di Halloween, pertanto varcando questa porta si può accedere ad un mondo immaginario dedicato completamente alla Festa di Halloween.
La scena si conclude con una carrellata che varca l'uscio della porta in questione che si è magicamente aperta: dopo questo parte il momento musicale Questo è Halloween che introduce il Paese di Halloween: un mondo immaginario dedicato completamente alla Festa di Halloween, dove vivono tutti i mostri della festività e tutto ruota intorno alla Festa del 31 ottobre i cui preparativi durano l'intero anno nel mondo in questione.
A capo della festa c'è il re di Halloween, un certo Jack Skeletron. Jack è amato e rispettato da tutti, ma lui si sente annoiato dalla ripetitività dei festeggiamenti e sente che c'è qualcosa che manca nella sua vita.
Mentre vagabonda nel bosco accompagnato dal suo cane Zero, Jack scopre un circolo di alberi che non ha mai visto prima. Ogni tronco ha una porta con una forma diversa: un uovo (la Pasqua), un tacchino (il ringraziamento), un cuore (San Valentino), un trifoglio (San Patrizio), una Jack-o'-Lantern (Halloween) ma lui è subito attratto da quello con su disegnato un albero di Natale. Appena lo apre viene risucchiato in una città piena di neve, luci e felicità, viene attratto da tutti quei colori, dai regali e dalla gioia che si respira in questo posto rendendosi subito conto che è questo ciò che stava cercando.
Appena rientra nella città di Halloween, Jack chiama gli abitanti per un incontro. Mostra loro tutti i vari oggetti che caratterizzano il Natale, però gli altri cittadini non riescono ad afferrare il messaggio del Natale e vedono quei manufatti sempre con gli occhi di un abitante di Halloween. A Jack, frustrato da ciò, non resta altro che spiegare loro il Natale nell'unico modo in cui possono capirlo: così racconta che lì il capo ha una voce profonda, delle chele al posto delle mani, vola in cielo con una slitta trainata da animali mostruosi e si fa chiamare Babbo Nachele.
Dispiaciuto dall'incapacità dei suoi amici di capire il Natale, Jack si chiude in casa e inizia a fare varie prove ed esperimenti per capirlo fino in fondo. Giunge alla conclusione che basta realizzarlo per farlo funzionare, allora informa tutti che quest'anno penserà lui ai festeggiamenti del Natale.
Assegna precisi compiti ad ogni abitante per far sì che la festa diventi anche loro. A Sally spetta il compito del costume, mentre al trio Vado, Vedo e Prendo quello di rapire Babbo Nachele, cioè Babbo Natale, che una volta catturato viene consegnato allo spaventoso e malvagio Mr. Bau Bau, anche se Jack si era espressamente raccomandato di non farlo.
Nonostante gli sforzi di Jack di creare un gioioso Natale, gli abitanti finiscono comunque per confondere le idee di Halloween con quelle del Natale creando giocattoli, doni e decorazioni in apparenza innocui, ma che invece si rivelano pericolosi e spaventosi.
Sally, segretamente innamorata di Jack, ha una visione catastrofica dell'evento che sta organizzando e cerca di avvertirlo, ma lui è troppo preso dalle sue fantasie e dalla novità per ascoltarla, così lei tenta di fermarlo creando una fittissima nebbia, però Jack usa il naso luminoso di Zero, che fa strada alla slitta nel cielo.
La notte di Natale Jack consegna ai bambini del mondo reale i regali preparati dai suoi concittadini, ma questi si rivelano meno grati di quanto lui pensasse, infatti iniziano a telefonare alla Polizia. I TG danno la notizia che un furfante si sta spacciando per Babbo Natale e invitano tutti a barricarsi in casa. Poco dopo con dei cannoni contraerei i militari abbattono la slitta di Jack lasciando gli abitanti di Halloween spaventati e convinti che il loro re sia morto.
Nel mondo reale si annuncia che se non si troverà il vero Babbo Natale, che al momento risulta scomparso, la festa verrà cancellata.
Jack riprende i sensi e sentendo questa notizia realizza la sua insensatezza e il fallimento del suo Natale. Capisce che il suo vero ruolo nella vita è essere il re delle zucche e si ripromette di realizzare i prossimi festeggiamenti di Halloween come i migliori di tutti i tempi.
Nello sforzo di salvare la festa e rimediare ai suoi errori, Jack corre alla città di Halloween a liberare Babbo Natale. Trova nella tana del Bau Bau anche Sally, lotta con il nemico e alla fine questi viene sconfitto.
Babbo Natale ora può tranquillamente salvare la sua festa e magicamente vola fuori dal camino e ristabilisce la pace nel mondo reale sostituendo i giocattoli distribuiti da Jack con i suoi. Volando con la sua slitta sopra la città di Halloween augura a tutti Buon Halloween e porta loro la neve. Gli abitanti di Halloween ora finalmente capiscono cosa è il vero spirito del Natale.
Sally rivela a Jack i suoi sentimenti e la storia si conclude con loro due abbracciati che si baciano felicemente sulla Collina del Terrore innevata.
Questa nail art la dedico alla mia adorata cognata (Vally) per lei sa cosa, e poi da amante del film qual è non potevo non farlo.
Ho scelto di allontanarmi un attimo dalle favole tutto cuore e amore della Disney, e proporvi il primo film d'animazione della mia lista, ed ovviamente non potevo non puntare su Nightmare Before Christmas, film che vedo puntualmente ogni Halloween. Dai è semplicemente geniale, come si fa a non amarlo?
Chiedo venia per lo stato pietoso delle mie unghie, ma quel giorno ho fatto le pulizie di primavera e le ho fatte soffrire parecchio; fra l'altro non è stata una genialata utilizzare il nero come base, perché ho fatto una fatica enorme per far risaltare i colori, quindi post it mentale per me: niente nero come base!
Sul pollice ho voluto riprodurre (più o meno) la Collina del Terrore, non solo perché mi piace il fatto che sia arricciata, ma lo vediamo in due precisi momenti del film: quando Jack canta e fa capire che ormai è stanco della solita routine e che sente che nella sua vita manca qualcosa, e nella scena finale dove vediamo Sally e Jack confessarsi i loro sentimenti.
Sull'indice ho ricreato una zucca essendo Halloween il fulcro del film, oltre al Natale ovviamente, e in questo modo volevo rappresentare Halloween Town. E ad essere sincera io preferisco la versione di This is Halloween cantata da Marilyn Manson ahahahah, anche se, a distanza di anni, non sono ancora riuscita a impararla tutta a memoria, idem la canzone di Natale.
Sul medio abbiamo il protagonista del film: Jack Skeletron, il Re delle Zucche, il personaggio più in vista e più amato di Halloween Town.
Sull'anulare ho dato spazio all'antagonista di Jack, il cattivo del film: Oogie Boogie, che in italiano è stato tradotto Bau Bau... tanto valeva chiamarlo Bobotti a sto punto! Sorvolando sulle traduzioni orripilanti, la prima volta che vidi il film mi fece paura ahahahah e per un periodo ho temuto di ritrovarmelo sotto il letto.
Per ultimo, il mignolo è tutto per Sally, ma essendo certa di non riuscire a ridisegnarla al meglio, ho preferito puntare sui pezzi di stoffa di colori diversi e cuciti insieme che rappresenta non solo il suo vestito ma tutta se stessa, essendo lei una creazione di pezza realizzata dal Dr. Finklestein. Finalmente non vediamo la solita donzella in pericolo, perché è proprio lei a cercare di salvare Babbo Natale dalle grinfie del BauBau..

Alla prossima :)


Ti potrebbe interessare

4 commenti

  1. adoro questo cartone animato *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me è uno dei più belli, soprattutto per il messaggio che trasmette

      Elimina
  2. NBC è il mio film preferito da quando avevo tre anni *_* il mio primo animale domestico l'ho chiamato Jack proprio per questo film (il mio coniglietto highlander, portato a casa nel 1997, ci ha lasciati nel 2010) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha si è proprio guadagnato il soprannome highlander!

      Elimina

Image and video hosting by TinyPic
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione degli autori e senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001.